Looking for accommodation? Find the best deals!
Home
Forum
Chat
Ricerca utenti

Login Aziende e Utenti

Username

Password

Ricordati di me
Registrazione Azienda/Utente
Password dimenticata

ultime registrate

ultime collegate

0 aziende online

0 ragazze online

0 ragazzi online

ultimi registrati

ultimi collegati

Stato Civile

 


Denuncia di nascita

E' la registrazione dell'evento presso gli uffici di stato civile. Per le denuncie da effettuarsi negli uffici del Comune di Venezia è necessaria la prenotazione telefonica così come indicato nel seguente box informativo.


 

La denuncia di nascita deve essere presentata all'uffi­cio di Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento o dove i genitori hanno residenza, entro 10 giorni dalla nascita, oppure può essere resa entro 3 giorni presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura in cui è avvenuta la nascita.

La dichiarazione deve essere presentata da chi abbia

compiuto il 16° anno di età:

                        da uno dei genitori, se sposati;

                        da entrambi i genitori, ai fini del riconoscimento se non sposati;

                        da un procuratore speciale, un medico o un'ostetrica

 

o una persona che abbia assistito al parto.

Documenti necessari:

1                    Documento di identità valido

2                    Attestazione di nascita rilasciata dalla Direzione Sanitaria, ovvero dal medico o dall'ostetrica che ha assistito al parto.

 

Subito dopo la registrazione dell'atto l'Ufficio di Stato
Civile può rilasciare certificati di nascita.
I certificati anagrafici (Stato di Famiglia, Residenza,
Cittadinanza, ecc.) possono essere richiesti all'Ufficio
Anagrafe dopo due giorni dalla registrazione dell'atto.
Se i genitori sono residenti in un Comune diverso da
quello della nascita del bambino, copia dell'atto di
nascita sarà inviato al Comune di residenza.

Tempi massimi: Previo appuntamento.
Lo svolgimento della pratica richiede 40 minuti.

Per la denuncia di nascita non ci sono costi da

sostenere


 

Pubblicazioni di matrimonio

La pubblicazione consiste in un atto preliminare previsto per legge ai fini di accertare il possesso dei requisiti per contrarre matrimonio. Questa deve essere richiesta all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune dove uno degli sposi ha la residenza. Per la richiesta di pubblicazioni è necessario presentare la seguente documentazione: autocertificazioni di residenza, stato libero e cittadinanza italiana, redatte da entrambi gli sposi e corredate di fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità. La successiva presentazione all'ufficio dei documenti può essere fatta da uno degli sposi o da un loro incaricato. La firma delle pubblicazioni deve essere fatta da ambedue gli sposi o da persona che da essi ne ha avuto procura speciale.

Tempi massimi: Previo appuntamento. Lo svolgimento della pratica richiede 30 minuti.

Per le pubblicazioni di matrimonio si pagano le relative marche da bollo

Matrimonio civile

La celebrazione del Matrimonio Civile può essere richiesta dai futuri sposi che siano in possesso del certificato di eseguite pubblicazioni e viene svolto, previo appuntamento fissato di concerto con l'Ufficio di Stato Civile. Sono possibili anche celebrazioni fuori orario di servizio, previo accordo e su pagamento di tariffe già stabilite. Tutti gli uffici di Stato Civile hanno una sala per la celebrazione di matrimoni. Si evidenzia, inoltre, il fatto che si possono fare le pubblicazioni in un luogo ed il matrimonio civile in un altro.


 

L'atto di pubblicazione deve rimanere affisso alla porta della Casa Comunale per otto giorni consecutivi. Il certificato di eseguita pubblicazione di matrimonio viene rilasciato dopo 4 giorni dall'ultimo giorno di pubblicazione e da quel momento può essere celebrato il matrimonio. Il certificato di eseguita pubblicazione di matrimonio ha una validità di 180 giorni.


 

Cosa garantiamo


 

Decorso tale termine per poter contrarre matrimonio è necessario rifare le pubblicazioni. L'Ufficiale dello Stato Civile, su indicazione dei dati da parte dell'interessato, provvede all'acquisizione dei documenti necessari per le pubblicazioni di matrimonio.

Nubendi minorenni: devono produrre il decreto di ammissione al matrimonio rilasciato dal Tribunale per i Minorenni.

Nubenda vedova da meno di 300 giorni: deve produrre la dispensa dall'impedimento di cui all'art.89 del Codice Civile, da richiedersi al Tribunale nella cui circoscrizione si trova il Comune di residenza

Nubendi stranieri: devono produrre il nulla osta di cui all'art. 116 del Codice Civile rilasciato dalle competenti autorità consolari, completo con l'indicazione delle generalità.


 

Denuncia di morte

La denuncia di morte è la registrazione dei decessi fatta presso l'Ufficio dello Stato Civile del Comune dove si è verificato l'evento, entro 24 ore dal decesso. Se il decesso è avvenuto in Ospedale, Collegio, Istituto o Stabilimento, il Direttore o chi né è delegato trasmette l'avviso di morte all'Ufficiale dello Stato Civile. Se il decesso è avvenuto in abitazione privata, la denuncia deve essere fatta da un congiunto, da un delegato o da persona informata del decesso consegnando il certificato del medico necroscopo e la scheda di morte ISTAT redatta dal medico curante.

Il Servizio Anagrafe e Stato Civile garantisce la qualità delle prestazioni offerte ai propri utenti attraverso il rispetto dei seguenti standard:

- Correttezza atto amministrativo

- Disponibilità cortesia e riservatezza degli operatori

- Rispetto dei tempi massimi stabiliti

- Garanzia di informazioni telefoniche

 

I diritti

- l'utente ha diritto di essere seguito con competenza ed attenzione, nel rispetto della privacy, della dignità umana;

- l'utente ha il diritto di ottenere dal Servizio le informazioni relative alle prestazioni fornite, alle modalità di accesso ed alle relative competenze. Lo stesso ha il diritto di poter identificare immediatamente le persone che erogano la prestazione;

- l'utente ha diritto di proporre suggerimenti e di presentare reclami, rispetto ai quali deve essere informato sull'esito degli stessi.

 

I consigli per un servizio più efficiente

- Si chiede all'utente di tenere un comportamento responsabile e di collaborazione con gli operatori del servizio.

- Si consiglia all'utente di attenersi alle indicazioni per ottenere i certificati e gli altri documenti per poter vedere evasa la sua richiesta nei tempi e nei modi stabiliti.

 

Gestione dei reclami

I reclami possono essere presentati  per iscritto all'ufficio che in ogni caso darà una risposta scritta entro 30 gg lavorativi dal suo ricevimento rendendo così definitivo l'atto amministrativo. Attraverso l'analisi dei reclami ci si impegna a migliorare il Servizio.

 

cosa garantiamo


 

Verifica della Carta e Miglioramento

II Servizio garantisce la verifica degli obiettivi e degli standard prefissati, almeno una volta all'anno, dando idonea pubblicità dei risultati conseguiti. Verranno inoltre promosse indagini ad hoc sul livello di soddisfazione dell' utente, attraverso l'osservazione diretta tramite gruppi di monitoraggio e/o attraverso indagini campionarie (ad esempio, indagini telefoniche e/o postali, o via Internet).

La Carta sarà aggiornata e pubblicata con cadenza biennale e potrà essere richiesta presso tutti gli Uffici Anagrafe e Stato Civile della Città di Venezia e l'URP. Il documento potrà essere scaricato dal sito Internet del Comune di Venezia che conterrà gli aggiornamenti che nel corso del biennio dovessero essere necessari.


ita

eng


Documento senza titolo